Per favorire i contatti tra persone afasiche

Incontri nelle sedi associative

I diversi gruppi organizzano incontri a cadenza mensile, con una pausa nei due mesi estivi, e hanno come obiettivo principale la comunicazione, la socializzazione e lo scambio di informazioni tra persone afasiche, familiari, conoscenti e volontari.

Gli incontri del gruppo di Lucca si tengono una volta al mese. Dieci incontri di tre ore ciascuno nell’arco dell’anno solare permettono di creare e mantenere un clima di amicizia, spontaneità ed allegria attraverso il quale la comunicazione risulta scorrevole e facilitata.

Gli incontri offrono l’opportunità di scambiarsi informazioni, suggerimenti, conoscenze, impressioni, ma anche di organizzare progetti ed iniziative, dalle più semplici alle più articolate: è proprio durante questi incontri che, ad esempio, è nata l’idea della creazione e pubblicazione del libro “Silenzio! Fammi parlare”, volto a far sapere attraverso le parole delle persone afasiche stesse che cos’è l’afasia, come si riconosce una persona afasica dal modo di parlare e, soprattutto, che le difficoltà di linguaggio delle persone afasiche non implicano un deficit intellettivo.

Gli incontri di Lucca si tengono di solito il secondo martedì del mese nella seconda metà della mattinata. La partecipazione è sempre molto numerosa ed entusiasta ed è aperta a tutti gli interessati. Nel corso degli anni si è sviluppata anche la piacevole consuetudine di concludere l’incontro con un pranzo organizzato portando ciascuno qualcosa e condividendolo con gli altri.

Agli incontri partecipano di solito anche i Soci dei gruppi di Pisa, Livorno e Massa.

In aggiunta a questi incontri, gli altri gruppi organizzano nelle rispettive città alcuni incontri a cadenza non regolare, volti a discutere questioni legate più specificamente alle esigenze e alle attività dei singoli gruppi, e altre iniziative di socializzazione.

Il gruppo fiorentino, che opera in collaborazione con ALICe Firenze, si incontra presso la sede di ALICe Firenze nei locali di Montedomini un sabato mattina al mese dalle 10.30 con durata di circa due ore e mezzo.
Nel corso di questi incontri, coordinati oltre che da Elena Favilla e Stefano Moriani, dalle logopediste Francesca Fedi e Arianna Iagulli, vengono proposti e discussi dai partecipanti vari argomenti, con lo scopo di semplificare, ove possibile, i disagi legati alla loro condizione di afasici. Si tratta di problemi quali il ritorno a casa dopo l’ospedale, informazioni sull’importanza di non uscire dal circuito delle cure riabilitative e logopediche, su come rinnovare la patente, come ottenere l’invalidità civile, ecc. Problemi quasi sempre comuni a tutte le persone afasiche.
Non mancano mai le pause ricreative, addolcite da prodotti di pasticceria e caffè, che contribuiscono a creare un clima di convivialità, amicizia e allegria tali da trasformare queste mattinate fiorentine in momenti quasi irrinunciabili. Non è da sottovalutare la partecipazione costante dei familiari che permette di supportare e facilitare i dialoghi, oltre che di capire l’importanza del loro ruolo e le difficoltà che si trovano ad affrontare accanto al familiare afasico nella vita di tutti i giorni.

Anche il gruppo di Pescia organizza, in collaborazione con l’associazione ALICe, incontri a cadenza non regolare, che si svolgono di solito il venerdì pomeriggio, per circa due ore, dalle 17.00 alle 19.00/19.30. Questi incontri si aprono di solito con un momento di socializzazione e discussione in cui vengono raccontate esperienze dei partecipanti (un viaggio, una visita medica o altro) o viene proposto un argomento di attualità o intrattenimento, che costituisce la base per una piccola discussione. In altre occasioni, invece, vengono svolte attività di gruppo, di tipo ludico/ricreativo, ed è stato inizialmente individuato il gioco delle carte e, in particolare, il burraco. A questi momenti si associano una merenda, organizzata con il contributo di ciascuno (particolarmente apprezzate le torte e pizzette fatte in casa!), che contribuisce ad aumentare l’atmosfera di convivialità.

Iniziative conviviali e di socializzazione

Il gruppo di Luccaorganizza alcune iniziative fisse che coinvolgono anche gli altri gruppi dell’Associazione Afasici Toscana: incontrarsi presso l’azienda agricola del nostro Socio Vittorio, nel mese di giugno per una cena e nel mese di settembre per una merenda, sono diventati appuntamenti di condivisione di cibo e di parole, non solo per il gruppo di Lucca, ma anche per gli altri gruppi che cercano, nonostante la distanza, di partecipare a questi veri e propri eventi nella vita dell’Associazione. Ognuno prepara o acquista del cibo, secondo quanto concordato durante la precedente riunione mensile, quindi porta e condivide con gli altri.

Nel mese di dicembre, inoltre, prima di Natale, è ormai una tradizione per tutta l’Associazione il pranzo a Segromigno in Monte, presso le sale della parrocchia. Il pranzo, il cui pezzo forte sono i rinomati tortelli, è aperto a tutti, pazienti, familiari, amici e conoscenti, per socializzare, fare conoscenza, scambiarsi gli auguri e trascorrere insieme una giornata all’insegna dell’allegria e del buonumore.

Da alcuni anni il gruppo di Lucca organizza anche una cena in maschera per festeggiare il Carnevale, spesso in concomitanza con l’Assemblea annuale per l’approvazione del bilancio.

Anche gli altri gruppi della Toscana organizzano iniziative conviviali e di socializzazione, a cadenza meno regolare, quali le varie cene organizzate al Circolo Ufficiali della Marina Militare di Livorno o alla Casa del Popolo di Quinto Alto (Firenze), le gite organizzate e le “tombolate”, che sono importanti per i gruppi anche per tutto il processo di organizzazione e preparazione, che favorisce la socializzazione e la coesione.